UNINDUSTRIA, BERNAUDO (PDL): "OTTIMA RELAZIONE DI REGINA"

 OMNIROMA

Roma, 10 maggio 2012

"Ottima e stimolante la relazione del Presidente Unindustria Aurelio Regina. Condivido il monito di Regina sulla restrizione del credito  e il problema dei ritardi dei pagamenti da parte della pubblica amministrazione, due fattori che, sommati alla attuale crisi economica, stanno stritolando le imprese.

Dare fiato alle PMI seguendo le direttive europee sullo small business act e sulla certezza e rapidità nei pagamenti alle imprese da parte della PA sono, infatti, insieme ad un più attivo ruolo delle banche, tre immediate soluzioni che il Governo, ma anche le Regioni possono attuare.

Noi, come regione Lazio lo abbiamo fatto, tra i primi in Italia, introducendo anche le microimprese nella nostra legge di recepimento dello small business act e, proprio recentemente, attraverso una mozione abbiamo impegnato la Giunta a dare attuazione alla direttiva europea per dare certezza ai pagamenti della PA regionale rispetto alle imprese".Lo dice in una nota il consigliere regionale Pdl Andrea Bernaudo.

 

"Ho notato con piacere - aggiunge - una grande sintonia tra il vicepresidente della Commissione Europea Tajani e la platea degli industriali del Lazio, del resto molti dei problemi che oggi affliggono l'Italia possono essere risolti solo a livello sovranazionale, e l'Europa, proprio grazie all'intenso lavoro di Tajani, sta sicuramente dando il giusto percorso agli stati membri in materia di sviluppo e di politica industriale. Debbo sottolineare anche da parte di Unindustria la volontà di collaborare con la Regione Lazio e con la Presidente Polverini ad un patto sociale per le imprese, sono certo che questo annuncio diventerà una piattaforma stabile ed utile per il rilancio dell'economia della nostra regione nel lungo periodo,oggi stiamo affrontando il risanamento di bilancio, la riduzione della spessa pubblica, ma è altrettanto urgente una stategia e provvedimenti immediati per la crescita, su questo mi permetto di dare un'indicazione, lasciamo alle imprese più libertà di esercitare la propria creatività: delegificando, razionalizzando e semplificando la vita di chi rischia e di chi ha il coraggio di assumere. Sono poi molto contento che Aurelio Regina sia stato designato come vicepresidente di Confindustria, il suo lavoro qui nel Lazio è stato prezioso, le sue analisi sempre molto lucide ed il suo pressing sempre stimolante per chi esercita un ruolo nell'amministrazione".